Perchè farlo?

LA CURA MIRACOLOSA

L’esercizio fisico è l’attività fisica programmata, strutturata e ripetitiva per la salute che andrebbe promossa in tutti i modi perché è una cura miracolosa a basso prezzo che garantisce più benefici di un farmaco.

Nello specifico l’esercizio della camminata veloce (corsa lenta) riduce la mortalità per tutte le cause, il rischio di cancro della mammella e quello del colon, di depressione e demenza, di malattie cardiovascolari, di osteoartrosi, di caduta tra gli adulti. Camminare allevia il dolore alla schiena più degli esercizi specifici. Camminare è inoltre associato a una minor quantità di grasso corporeo (più che fare sport)

Per tutte queste ragioni l’esercizio della camminata veloce è come la ‘cura miracolosa’.

Tutti dovrebbero svolgere regolarmente un’attività fisica, come la camminata veloce, per migliorare complessivamente salute e condizione fisica, e prevenire vari disturbi e malattie. Camminare apporta un notevole senso di benessere per la mente e per il corpo. Dopo l’attività possiamo notare come i muscoli si rilassano e lasciano andare lo stress.

La percezione del benessere delle donne è strettamente connesso allo svolgimento regolare di un esercizio fisico come la camminata veloce, perché farla significa prendersi cura di sé e recuperare uno stile di vita equilibrato e privo di stress, senza dovere necessariamente dedicarsi allo sport.

I benefici di salute si ottengono con almeno 150 minuti alla settimana di camminata veloce e, all’aumento in termini d’intensità, frequenza e/o durata corrisponde l’aumento dei benefici di salute.  

Una domanda. Nell’ultima settimana per quante volte hai praticato la camminata veloce per più di 10 minuti per volta ? Arrivi a 150 minuti a settimana?

Ora puoi farlo sul binario della metropolitana urbana pedonale del progetto.

Ciò detto l’esercizio fisico in genere e la camminata veloce nello specifico, rimangono un intervento “sanitario” ampiamente sotto-utilizzato per la limitata conoscenza delle prove di efficacia da parte di medici di famiglia e la scarsa attitudine all’attività fisica dei pazienti, in particolare se sofferenti. La sfida è ardua ma l’entità dei potenziali risultati per i pazienti, oltre che per il servizio sanitario, rendono tale sfida degna di essere affrontata.

MUOVITI di PIÙ SIEDITI di MENO

Un’abitudine sbagliata, da individuare e da correggere, è la sedentarietà. Ci sono persone attive fisicamente, ma sedentarie per la maggior parte del giorno; queste vanno incoraggiate a fare dei break regolari dalla scrivania o dallo stare seduti troppo a lungo (ad esempio in macchina).

La sedentarietà causa altrettanti decessi del fumo e rappresenta, a livello mondiale, il quarto principale fattore di rischio di mortalità.

Quindi... Muoviti di più e siediti di meno durante il lavoro e lo studio. Muoviti, anche se solo per pochi minuti ogni ora. Prendi pillole di resistenza, forza, equilibrio/flessibilità. Inoltre fai quanti più spostamenti attivi che puoi. In poche parole: inserisci l’attività fisica nella tua routine quotidiana.

RIMANI AGGIORNATO

sull'esercizio fisico per la salute

sulla pagina FB Città Attiva