top of page

 

L’esercizio fisico è un “farmaco” da assumere regolarmente.
“Sai cosa mi fa muovere? Sapere quanto mi sentirò bene quando avrò finito”. Sentirai i benefici subito. Meno stress. Miglior umore. Dormirai meglio.
“Porta la pressione del tuo sangue verso il basso, un passo alla volta”. È proprio ciò che il tuo medico ti ha ordinato di fare.
Essere fisicamente attivi è fondamentale per la salute e può aiutare ad aggiungere anni alla vita e vita agli anni.
Dobbiamo muoverci tutti i giorni.
I risultati li avranno tutti, di tutte le età e abilità.
 
PROGETTO MetroCOMUNE
MetroCOMUNE è un progetto innovativo che avvia le persone a camminare per la salute e a conoscersi, in tutte le ore di tutti i giorni dell'anno. Inoltre le invita a fare pause di movimento, anche di soli pochi minuti, durante il lavoro e lo studio e, non da ultimo, a fare spostamenti attivi.
MetroCOMUNE (metropolitana urbana pedonale circolare) è il “campo da gioco” per la camminata veloce regolare. Un impianto che ha il solo scopo di preservare/migliorare la salute delle persone attraverso l’attività fisica regolare della camminata veloce.
MetroCOMUNE è il miglior percorso pedonale/circolare, di 6 km circa e 7 stazioni, nei punti riconoscibili dai residenti.
MetroCOMUNE è un gioco serio per la salute a km 0, costo 0, impatto 0, e ad alto ricavo della salute per chi ci sale.
Si “sale” sul progetto in modo individuale e autogestito, per poi arrivare gradualmente a piccoli gruppi di comunità, omogenei per velocità di passo e competenti.
L'obiettivo del progetto è far crescere il potere interno alle persone che le porta a prendere decisioni al riguardo della propria salute. È l’empowerment, che non può essere dato ma va conquistato.
Non è un progetto facile da avviare perché non si vede e non è riconoscibile. Ed è molto difficile fare alzare un seduto.
C’è chi critica l’invariabilità del binario (aspetto non casuale). Sì, il binario è sempre lo stesso ma questo non è un problema, anzi. Il binario è come la strada che ti porta a casa: conosci tutto il percorso, le distanze, i punti di pericolo; sai dosare la velocità, quando rallentare o fermarti. Tornare sul binario è come tornare a casa. Lì ti senti sicuro e più forte. Lì acquisti il tuo potere interno.
 
COME SI PARTE
Vai da solo sul binario per 3 volte. 
Per imparare il percorso e per sentirti sicuro nel farlo.
Vai da solo sul binario per altre 3 volte o più.
Segna il tempo sul giro e usa la tabella per sapere la tua velocità. Usa l’orologio o il cronometro, ma non un’APP.
Prova ad andare più veloce, di volta in colta, fino a quando farai 2 giri alla stessa velocità.
Quella è la tua velocità in resa salute.
 
COME SI USA
Cammina veloce sul binario. Alla tua velocità in resa salute.
Se puoi, fallo sempre alla stessa ora del giorno.
Fai il binario 3 volte la settimana (giorni alterni).
E se vai meno veloce, fallo 5 volte, per ottenere lo stesso risultato di salute
Usa MetroCOMUNE.
 
COME SI GIOCA
L’orario dei treni è settimanale e valido per tutto l’anno, dal capolinea M1.
Se sali sul binario, dal capolinea M1, nei giorni e ore dell’orario dei treni, diventi il Capo Treno.
Decidi la velocità del treno e gioca a passare in orario da tutte le stazioni.
Se arrivi prima, fermati e riparti all’ora esatta, se ritardi accelera per recuperare.
Ogni passeggero che sale sul tuo treno può andare più veloce o più lento senza timore.
Altrimenti, se va alla tua stessa velocità, ti farà compagnia.
 
FARLO IN COMPAGNIA
Imparato il percorso può aiutare, per rimanere con frequenza sul binario, farlo in compagnia.
Le ricerche confermano che l’attività fisica eseguita in compagnia sono quelle che danno i benefici maggiori, perché vissute con spensieratezza e con una minor percezione di fatica rispetto ai programmi di fitness seguiti singolarmente. Coltivare relazioni amicali innesca un rilascio di endorfine, come tutte le attività piacevoli. Si è reciprocamente motivati ad agire. Ciò contribuisce a creare un’immagine positiva di sé, in quanto persona attiva e circondata di affetto.   Tutto ciò agisce anche a livello chimico e ormonale sul livello di benessere.   A livello cerebrale, il “capitale sociale”, cioè il numero di persone che fanno parte della propria rete di conoscenze, è un acceleratore del benessere e un antidoto contro i grandi mali della mente, come depressione e malattie degenerative.
 
LINEE GUIDA DELLA SANITÀ
Nel 2007 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lanciato il “1°piano di contrasto alla malattia cronica o non trasmissibile”.
Nel 2010 l’OMS ha pubblicato le “raccomandazioni globali sull’attività fisica per la salute”.
A Ginevra, maggio 2018, durante la 71° Assemblea Mondiale dell’OMS, è stato presentato il “piano globale di azione sull'attività fisica 2018-2030”.
A Chicago, novembre 2018, durante il congresso dell’American Heart Association, sono state presentate le nuove “linee guida sull’attività fisica per gli americani”, annunciate dallo slogan “muoviti di più siediti di meno”.
A Roma. Il 30 maggio 2019, il Ministero della Salute ha presentato le “linee di indirizzo sull’attività fisica per le differenti fasce d’età e con riferimento a situazioni fisiologiche e fisiopatologiche e a sottogruppi specifici di popolazione”.
Il 25 Novembre 2020, l’OMS ha pubblicato le nuove “linee guida sull’attività fisica e sul comportamento sedentario” precedute di pochi mesi dalle “linee guida sull’attività fisica, sul comportamento sedentario e sul sonno per i bambini sotto i 5 anni di età”.
Le Linee guida dell'OMS sull'attività fisica e il comportamento sedentario forniscono raccomandazioni di salute pubblica basate sull'evidenza, per bambini, adolescenti, adulti e anziani. Le raccomandazioni sono sulla quantità di attività fisica (frequenza, intensità e durata) necessaria per offrire significativi benefici per la salute e mitigare i rischi per la salute. Per la prima volta vengono fornite raccomandazioni sull’associazione tra comportamento sedentario e malattia, nonché per sottopopolazioni, come donne in gravidanza e dopo il parto, persone che vivono con condizioni croniche o disabilità.
Il 3 Novembre 2021, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, ha pubblicato le “linee di indirizzo sull’attività fisica. Revisione delle raccomandazioni per le differenti fasce d’età e situazioni fisiologiche e nuove raccomandazioni per specifiche patologie”.
Promuovere l’attività fisica regolare e ridurre la sedentarietà sono azioni di sanità pubblica oramai prioritarie per prevenire le malattie non trasmissibili e migliorare la qualità della vita delle persone in diverse condizioni patologiche.
Il Medico di Medicina Generale (MMG) può e deve ricoprire un ruolo fondamentale nella promozione dei diversi benefici che l’attività fisica regolare è in grado di offrire.
Per l’anziano assume particolare importanza anche la possibilità di praticare movimento in compagnia di altre persone: questo elemento rinforzante accresce i benefici migliorando anche il tono dell’umore e la qualità di vita percepita.

barra.jpg
bottom of page