2

Famiglia, amici, lavoro, dignità e tanto altro ho sacrificato rinunciando a vivere.
Quanta sofferenza ho provocato pur di assecondare totalmente sua eccellenza “il mostro”, capace di rapire e incatenare a sé stesso il mio corpo, la mia anima.
In questa mia esasperata autodistruzione, se pur consapevole di avvicinarmi al punto di non ritorno, la domanda che continuamente mi faccio è:
PERCHÈ IO

come-aiutare.jpg
barra.jpg